Giochi e articoli per l'infanzia

Icona Categoria
Immagine Foto seggiolino auto

Seggiolini auto a norma

04/11/2011  Fonte: Assogiocattoli

Assogiocattoli

Il Regolamento ECE 44 si applica ai dispositivi di ritenuta per bambini, che possono essere installati sui veicoli a motore a tre o più ruote, e che non sono destinati ad essere impiegati né sui sedili pieghevoli/ribaltabili né sui sedili rivolti verso i lati.

Questi dispositivi sono concepiti per ridurre, in caso di collisione o di improvvisa decelerazione del veicolo, il rischio di lesioni per l'utilizzatore, limitando lo spostamento del corpo dell'utilizzatore stesso.


Età e peso del bambino

I dispositivi di ritenuta sono divisi in cinque "Gruppi di massa":

  • Gruppo 0 per bambini aventi un peso minore di 10 kg;
  • Gruppo 0+ per bambini aventi un peso minore di 13 kg;
  • Gruppo I per bambini aventi un peso compreso tra 9 kg e 18 kg;
  • Gruppo II per bambini aventi un peso compreso tra 15 kg e 25 kg;
  • Gruppo III per bambini aventi un peso compreso tra 22 kg e 36 kg.

Struttura

La struttura del dispositivo deve essere tale che:

  • assicuri la protezione richiesta qualunque sia la sua posizione;
  • il bambino possa essere facilmente e rapidamente sistemato e rimosso;
  • la sistemazione del dispositivo di ritenuta in posizione inclinata, se questa è possibile, possa essere effettuata senza dover nuovamente regolare le cinghie manualmente;
  • i dispositivi di ritenuta dei Gruppi 0, 0+ e I mantengano il bambino in una posizione tale da assicurare la protezione richiesta anche quando il bambino è addormentato;
  • tutti i dispositivi dei Gruppi I, II e III devono mantenere il bacino in caso di collisione;
  • tutte le cinghie del dispositivo di ritenuta devono essere sistemate in modo che non possano arrecare disagio all'utilizzatore durante l'impiego normale, né assumere una configurazione pericolosa;
  • l'insieme dei dispositivi non devono sottoporre le parti deboli del corpo del bambino (addome, inforcatura delle gambe, ecc.) a sollecitazioni eccessive;
  • qualora un dispositivo di ritenuta progettato per i "gruppi I e II" e"I e II combinati" comprenda uno schienale per il seggiolino, l'altezza interna di quest'ultimo non deve essere inferiore a 500 mm;
  • per i dispositivi destinati al "gruppo I", la parte del dispositivo che vincola il bacino non deve essere collegata ad un arrotolatore.

Inoltre, il dispositivo di ritenuta deve essere progettato ed installato in modo da:

  • minimizzare il pericolo di lesioni al bambini o ad altri occupanti del veicolo a causa di spigoli vivi o di sporgenze del dispositivo stesso;
  • non comportare spigoli vivi o sporgenze suscettibili di causare danni ai rivestimenti dei sedili del veicolo o agli abiti degli occupanti del veicolo stesso;
  • non sottoporre le parti deboli del corpo del bambino a forze d'inerzia supplementari prodotte dal dispositivo stesso;
  • assicurare che le parti rigide, nei punti in cui queste si trovano a contatto con le cinghie, non presentino spigoli vivi in grado di logorare le cinghie stesse.

Informazioni

Il dispositivo di ritenuta deve riportare in modo chiaramente leggibile e indelebile:

  • il nome, le iniziali, oppure il marchio del fabbricante;
  • su una delle parti in plastica, ad eccezione delle cinture o bretelle, l'anno di fabbricazione;
  • nel caso di utilizzazione combinata con una cintura di sicurezza per adulti, il passaggio corretto delle cinghie deve essere chiaramente indicato con un disegno fi ssato sul dispositivo di ritenuta. Se invece il sistema è trattenuto solo da cinture di sicurezza per adulti, il passaggio della cintura deve essere indicato con colori differenti: rosso nel caso il dispositivo è installato rivolto verso l'avanti e blu quando il dispositivo è installato verso l'indietro;
  • deve essere sempre riportata l'avvertimento "Pericolo! Da non usarsi sul sedile equipaggiato con airbags".

Ogni dispositivo conforme ad un tipo omologato dovrà recare, in un apposito spazio, oltre alle marcature sopra indicate, le seguenti indicazioni:

  • un marchio d'omologazione internazionale composto:
    • da un cerchio contenente la lettera "E" seguita dal numero distintivo del Paese che ha rilasciato l'omologazione (per l'Italia 4);
    • dal numero di omologazione.
  • dal o dai seguenti simboli addizionali:
    • "universale", "semi-universale" o "veicoli speciali" a seconda della categoria di dispositivo;
    • il "Gruppo di massa" per il quale è stato progettato il dispositivo di ritenuta (vedere età e peso del bambino);
    • il simbolo "Y" nel caso il dispositivo sia corredato di sparti-gambe;
    • il simbolo "S" nel caso di necessità speciali del dispositivo.

Le etichette relative alle indicazioni riguardanti l'omologazione possono essere emesse dall'Autorità che ha concesso l'omologazione oppure, dietro sua autorizzazione, dal fabbricante.

Foto seggiolino auto (2)

Foto seggiolino auto (2)

Foto seggiolino auto (3)

Foto seggiolino auto (3)

In questo video Assogiocattoli invita il consumatore a controllare tutti i requisiti che un giocattolo deve avere prima di essere acquistato. Si va dalla presenza del marchio CE alle avvertenze sulla fascia di età, dal tappo rosso sulla canna di pistole e fucili giocattolo alla sicurezza di eventuali alloggiamenti di batterie per giocattoli elettrici. Particolare attenzione ai pericoli nascosti di palloncini e giocattoli per uso esterno tipo tende o casette.


Ricerca in corso
Ricerca in corso


logo Assogiocattoli

Vota questo articolo
                          
MAILING LIST
Immagine per il servizio di Mailing List

Con la mailing list sarai sempre aggiornato sugli ultimi aggiornamenti delle categorie di tuo interesse. Iscriviti ora.

Contraffazione & Giovani
    
    Logo Fapav     Logo IMQ     Logo Farmindustria     Logo Assogiocattoli     Logo Assicor     Logo Aice     Logo Assorologi     Logo BSA     Logo Coldiretti     Logo SMI     Logo Aifa     Logo Assil